Sportbusinessmag.sport - 14 aprile 2022

Aggiornamento: 6 giu

ENERGY SPRING PARK, DOVE PADEL, GOLF E ARRAMPICATA SARANNO DI CASA


Sono 135.000 i metri quadrati che rivoluzioneranno il volto della città di Monza. Continuano infatti i lavori che coinvolgono l’ex area Philips, dove sta prendendo forma l’Energy Spring Park, il progetto unico e innovativo, ideato dalla Famiglia Bellazzi proprietaria dell’area. La firma è dell’architetto Giancarlo Marzorati e il progetto è quello di dare alla città un nuovo quartiere del benessere a tutto campo.

Entro la fine dell’anno saranno ultimati sei campi da padel e per il 2023 vedrà la luce la palestra di arrampicata indoor più alta d’Italia e tra le più alte d’Europa, con una parete di 17 metri, con tiri che coprono ogni livello di difficoltà.


Sono 135.000 i metri quadrati che rivoluzioneranno il volto della città di Monza. Continuano infatti i lavori che coinvolgono l’ex area Philips, dove sta prendendo forma l’Energy Spring Park, il progetto unico e innovativo, ideato dalla Famiglia Bellazzi proprietaria dell’area. La firma è dell’architetto Giancarlo Marzorati e il progetto è quello di dare alla città un nuovo quartiere del benessere a tutto campo. Entro la fine dell’anno saranno ultimati sei campi da padel e per il 2023 vedrà la luce la palestra di arrampicata indoor più alta d’Italia e tra le più alte d’Europa, con una parete di 17 metri, con tiri che coprono ogni livello di difficoltà. La struttura dell’Energy Spring Park manterrà le volumetrie originarie, circa 67.000 metri cubi e ospiterà anche 3 campi da golf, tutto al coperto. Non solo sport, l’area sarà un centro di aggregazione sociale per condividere sia passioni sportive che momenti di interazione. Il nuovo centro comprenderà spazi aperti al pubblico tra cui una piccola oasi di benessere con una spa a misura d’uomo e un ristorante panoramico, in cima all’edificio, a 26 metri di altezza, da cui si potrà godere di una vista mozzafiato sulla Monza storica, sulla Milano delle Torri e col tempo favorevole sulle Alpi innevate. Una sinergia tra indoor e outdoor, tra sport e servizi, tra sogno e realtà.


“Gli appassionati di climbing troveranno pane per i loro denti in questa nuova struttura che accoglierà una parete di roccia interna certificata di 17 metri. Ma non è finita qui: nel progetto è prevista anche un’altra parete da record all’esterno che raggiungerà l’altezza di 27 metri. Il nostro obiettivo è quello di creare una polarità urbana per la città di Monza con caratteristiche al passo con i tempi: attiva, ospitale, aperta e stimolante ma anche capace di mantenere un forte legame con la storia, col paesaggio e la natura circostante”, spiega GianMaria Bellazzi.

3 visualizzazioni