Ristorante e accademia di Pizzaut Martedì la consegna delle chiavi - ilgiorno.it

Saranno affidate a Nico Acampora dal proprietario dell’immobile nell’area ex Philips, poi i lavori


Per il vero e proprio taglio del nastro bisognerà attendere almeno fin dopo l’estate. Ma intanto martedì 7 giugno le chiavi del futuro ristorante Pizzaut di Monza verranno consegnate a Nico Acampora.


Alle 12 Gianmaria Bellazzi, proprietario dell’immobile nell’area Energy Spring park (ex area Philips) dove nascerà la seconda pizzeria gestita da persone autistiche, consegnerà ufficialmente le chiavi al fondatore di questo pionieristico progetto. A quel punto l’avvio dei lavori. Settimana scorsa una prima visita virtuale nei locali della ex mensa monzese: una diretta Facebook per vedere quei circa 1.000 metri quadrati interni (più il dehor esterno) dove sorgerà il ristorante in grado di accogliere 300 posti a sedere e dare un lavoro a 20 ragazzi autistici. Non solo il ristorante: nella ex mensa aziendale sorgerà anche l’accademia dove impareranno il mestiere i futuri pizzaioli, camerieri e baristi autistici. "Il nuovo Pizzaut di Monza è il primo esempio in Europa di accademia per il recupero dei ragazzi autistici al lavoro – spiega Gianmaria Bellazzi, proprietario dell’area –. In settimana, infatti, i ragazzi gestiranno anche la mensa aziendale, servendo il personale che attualmente sta lavorando in Energy Spring Park". Intanto i ragazzi sono già al lavoro per preparare la pizza che, come loro dicono, è la più buona della galassia conosciuta.

2 visualizzazioni